Carnevale dell'Orso di Segale

Il Carnevale alpino di Valdieri

L'Orso di Segale in azione | G. Bernardi

Ogni anno, durante il periodo di carnevale, l’Orso di Segale torna a correre per le vie di Valdieri. L'Orso spaventa i bambini, fugge dai domatori, importuna le donne, evita l’acquasanta dei frati esorcisti: il suo risveglio dal letargo comunica alle persone che la cattiva stagione sta per finire.

Poco alla volta il canto degli uccelli romperà il lungo e freddo silenzio invernale, i colori della terra si sostituiranno al bianco della neve, il giorno tornerà a prevalere sulla notte, la ragione a riaffermarsi sull’irrazionalità.


«A carnevale si fanno tutti gli scherzi possibili.
Non so chi abbia sognato questo: di fare un orso,
un orso vestito in paglia.»


Bernardino Giraudo, detto "Din dal Papa", memoria storica del Carnevale alpino di Valdieri.


La fuga non dura molto: l’Orso rallenta, è debole... non fa più paura. Come l’inverno.
Ormai la bestia è in scacco: viene catturata e il suo corpo dato alle fiamme in un grande rogo purificatore tra le grida festanti di un paese tornato alla vita.



Ieri e oggi: l'Orso di Segale attraverso gli anni

Premesso che le origini della maschera dell’Orso di Segale si confondono anche nella memoria dei più anziani abitanti di Valdieri, l’unica cosa certa è che...

Una tradizione senza tempo

80 giorni di sonno, poi l’oracolo e il Carnevale

L’11 di novembre l’Orso di Segale si rintana in attesa del risveglio che avverrà ottanta giorni dopo, tra Sant’Orso (1° febbraio) e la Candelora (2 febbraio): se l’Orso...

Quando arriva la primavera?

Ricucire l'Orso

L’Orso di Segale non s’è visto a Valdieri per più di 40 anni. Questo è il racconto del suo ritorno, avvenuto nel 2004, su desiderio della popolazione locale, Comune di Valdieri ed Ecomuseo della Segale.

Di: A. Carénini, P. Grimaldi, N. Nicoletti. Regia: B. Sabbatini. © 2004