Pettegolezzi e curiosità

fede di paglia Nel cuore di Parigi, vicino all’attuale piazza di Notre Dame, esisteva intorno all’anno 1000 la chiesa di Sainte Marine, che era la parrocchia più piccola della città, così piccola da contare appena una ventina di case.  Pare, però, che a quell’altare si celebrassero più matrimoni che in qualsiasi altra chiesa. Solo lì, infatti, potevano sposarsi le ragazze che non erano più vergini, ma durante la cerimonia, l’anello che veniva messo al dito delle spose non era d’oro, ma di paglia, in modo da ricordare allo sposo la fragilità della virtù della prescelta!

paglia natalizia In Svezia, sotto Natale, si usa addobbare le case con decorazioni di paglia, fiori e dolcetti alle spezie. Un’altra tradizione svedese riguarda i bimbi, che mettono un piccolo caprone fatto di paglia di segale vicino al loro albero di Natale, per proteggerlo contro i maligni che potrebbero rovinare le feste. Una versione gigante del caprone viene poi costruita e bruciata nelle vie della città a Natale.

paglia pubblicitaria Le prime insegne commerciali apparvero in Francia nel Medioevo. Le esponevano locande e alberghi ed erano costituite da una semplice fascina in paglia di frumento o di segale, annodata e appesa accanto alla porta d’ingresso, in modo che i viaggiatori in cerca di accoglienza sapessero dove alloggiare e dove poter rifocillare le proprie cavalcature.

vita tua, vita mea C’è un fiore che ha bisogno della segale: è il rarissimo Tulipa grengiolensis, che porta il nome dell’unico villaggio del Vallese in cui cresce. Questo tulipano dai fiori giallo-rossi ha trovato il suo habitat unico e ideale nei campi di segale. Nella tarda estate le operazioni di dissodamento dei terreni contribuiscono a distribuire i bulbi nella terra, unendo così il destino del fiore alla coltivazione all’antica della segale. L’abbandono dei campi avrebbe potuto significare l’estinzione del tulipano, ma dal 1993 l’associazione Pro Natura della valle ha acquistato l’ultimo terreno dove sopravviveva il fiore e nel loro tempo libero i soci contribuiscono alla sua propagazione coltivando e arando nuovamente i campi di segale …

segale e agricoltura biologica La segale ha un'importante funzione nell'agricoltura biologica: può essere utilizzata sia come fertilizzante sia come diserbante naturale. La segale svolge inoltre un'azione in grado di contrastare lo sviluppo di alcuni parassiti presenti nel terreno come i nematodi, vermi che sono pericolosi per le coltivazioni di patata, tabacco e di altri vegetali, di cui attaccano l'apparato radicale. L'introduzione di una coltura resistente, come la segale, da alternare per 2-3 anni alle altre coltivazioni, spezza il ciclo di riproduzione di questi parassiti.

segale e Roquefort, storia di un amore Una leggenda attribuisce la nascita del formaggio Roquefort a un incontro casuale tra un formaggio e un pezzo di pane di segale che, dimenticati in un'umida grotta per lo smarrimento amoroso di un giovane pastore, si erano coperti della caratteristica muffa verde.