Nel piatto, nella tazza, in bottiglia

pasta di segale La farina di segale viene usata principalmente per fare il pane ma nei territori montani di alcune regioni italiane è utilizzata anche per fare la pasta. La “pasta di segale  fatta in casa” è una  antica pietanza tradizionale diffusa soprattutto in Calabria, a Mammola, nel territorio del Parco Nazionale dell’Aspromonte, ma anche in altre parti d'Italia.

zuppa di segale Nelle zone alpine la segale era uno degli ingredienti che contribuivano spesso a dare gusto e consistenza alle zuppe di verdura. Veniva aggiunta sotto forma di semi interi, di farina o di pane, come in uso anche a Sant'Anna di Valdieri. Qui con le fette di pane secco di segale, messe a bollire e lasciate sciogliere nel brodo, si faceva la famosa panada.

latte leggero Il latte vegetale è ottenuto dalla lavorazione dei semi germogliati di cereali, in particolare segale e frumento. È un latte leggero e salutare, che da meno problemi di intolleranza rispetto a quello di mucca e che è adatto, come quello di soia, a chi ha tassi eccessivi di colesterolo.

il caffè della salute In Europa il consumo del caffè, a partire dal XVI secolo, si diffonde sempre di più. Chi non se lo può permettere, ricorre a prodotti più economici e soprattutto meno esotici e più facili da trovare. Dal XIX secolo iniziò a consolidarsi un vero e proprio mercato di surrogati del caffè a base di malto di orzo e di segale; altri sostituti furono la cicoria e i fichi maltati. Quello di segale era un surrogato molto amaro; in Germania, il Roggenmalzkaffee è stato largamente commercializzato fino al XX secolo. In generale, il caffè di segale, come il suo parente stretto d’orzo, è stato utilizzato in particolare nei periodi di guerra, quando il costo del caffè era diventato proibitivo per molti.

segale alcolica Il kvass o kvas è una bevanda russa fermentata, poco alcolica, frutto della naturale fermentazione di un qualsiasi vegetale. Anche i cereali possono essere utilizzati, e fra questi il grano, l’orzo e la segale per il kvas da tavola, oppure pane nero o di segale con l'aggiunta di zucchero o frutta, solitamente mele. Il kvass è una bevanda comune in Russia sin dai tempi antichi, e viene prodotta sia in casa, sia a livello industriale.