Il forno a legna, i murales e l’arena manifestazioni

Il forno a legna sorge dietro al Museo: direttamente dalla curiosità alla tavola, dalla storia della segale alla cottura del pan barbarià. Da quando ha cotto le sue prima pagnotte, nel 2008, il forno comunitario ogni estate torna a accendersi per i corsi di panificazione e ogni volta che i santannesi hanno voglia di cuocere, pane, focacce, pizze e dolci.

Per le vie di Sant’Anna, sui muri delle case, alcuni murales raccontano storie passate di segale e di paese: ci sono i battitori e i cacciatori dei tempi dei re, c’è la raccolta e la battitura della segale, ci sono i pani e la panificazione… un piccolo spaccato per immergersi nella Sant’Anna di una volta passeggiando per la Sant’Anna di oggi.

Un teatro, come nell’antica Grecia. Piccolo, semplice, essenziale: a misura di Sant’Anna. È l’arena manifestazioni che accoglie i visitatori all’inizio del paese, che ogni anno ospita la festa della segale e altre manifestazioni ecomuseali e non. Uno spazio aperto e versatile dove mettere in scena tradizioni, musica, manifestazioni.